PIATTI PREPARATI DALLA NONNA

merluzzo con patate al forno
pasta-pomodori-zucchine- cipolle
pasta-pomodoro-melanzane
pasta-carote-faggioli
verdura-pomodorini-faggioli-merluzzo o baccalà
pomodori-totani

verdure-merluzza bollito
pasta-cicoria-zucchine-pomodori-formaggio
pasta-faggili-carote
pomodoro crudo-spigola
pomodori -cipolle
pasta-faggioli-verdura
pasta-scampi-prezzemolo
pasta-patate-cipolle-passata di pomodori
frittata di verdure
vario pescato
pomodori-verdura-ricotta
maccheroni con cozze al sugo di pomodori
patate-pomodori-cipolle-pesce di acqua dolce o salata
frittata di maccherani-vegetali
maccheroni-scampi-salsa di pomodori
polpette-patate-verduta
verdura cruda-pesce bollito
verdura-pomodori-ricotta-pane
riso-verdura-pomodori-ricotta
verdura-pomodori-ricotta
verdura-pomodori-carote-zucchine-faggioli
 maccheroni tritati-verdura-carote-ceci
Le uova venivano consumate più frequentemente della carne.

 La nonna era organizzata nel preparare una volta alla settimana i vegetali da servire cotti nei piatti del giorno: verdure, melanzane,  peperoni, zucche, ceci, fave, faggioli, ecc. Ancora bollenti li siggillava in  vasetti di vetro e da raffreddi li riponeva in un posto buio e fresco. Ogni giorno utilizzava  il contenuto dei vasetti occorrenti per la famiglia. Nel pranzo non veniva servita la frutta. 

 

La nonna, aiutata da mia mamma, produceva, tra l’altro, anche il pane integrale, la pasta fresca e i dolci. Tutto questo veniva sfornato dal forno a legna in casa. I dolci erano riservati alle occasioni della pasqua, del carnevale e alle poche ricorrenze importanti. Tutto ciò che veniva sfornato riempiva la casa di fragranza.

Gniocchi di patate,faggioli, pomodorini, cipolla e pancetta.

Le farine integrali per maccheroni e pane di grano cappelli e quelle di cereali venivano macinate dal mulino artigianale del nostro paese.

 

Raccomandiamo di condire poco e con olio di oliva extra vergine o olio di semi di certa origine e di qualità garantita

Nei piatti della nonna dominavano i colori dei vegetali, amava il verde e lo chiamava clorofilla. La carne e i  latticini sono pco presenti nei suoi piatti. Le farine erano del tipo integrale, le forniva il mugnaio del mulino a pietra del pase, che sfarinava solamente grano  raccolto nello stesso o vicini paesi. Essa non si occupava di manipolare i sapori delle sue pietanze perchè affermava:   la genuinità e la frschezza  sono i migliori sapori.

Translate »